Per l’azienda un investimento di oltre 500 mila euro per rendere più sostenibili le sedi di Prato e Arezzo e  per l’ambiente evitate oltre  37 TEP di emissioni.

La Regione Toscana ha lanciato nel 2015 un nuovo bando per contributi pubblici per rendere energeticamente più efficienti gli immobili delle imprese toscane. Il bando, finanziato con fondi europei di 3 milioni di euro, era destinato alla promozione di progetti tesi a rendere più efficienti, dal punto di vista energetico gli immobili sede di attività economica. 
Estra ha presentato due progetti – che saranno realizzati da Estra Clima -  ritenuti poi idonei dall’ente regionale: uno per la sede di Prato di via Ugo Panziera e uno per la sede di Arezzo di via Igino Cocchi con un investimento complessivo di oltre 500mila euro.
L’intervento nella sede di Prato prevede lo smantellamento delle pompe di calore e dei circolatori attualmente presenti sulla copertura dell'edificio sostituite da due pompe di calore silenziate ad alta efficienza e un nuovo sistema di telegestione per il monitoraggio, il controllo e la gestione dei parametri dell'impianto. Un lavoro da concludersi in 24 mesi che ha ottenuto un contributo regionale di oltre 111 mila euro su un investimento di circa 500 mila euro dell’azienda. L’intervento permetterà il risparmio di oltre 20 Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP) all’anno e una riduzione di 51,39 tonnellate di anidride carbonica di emissioni.
L’intervento nella sede di Arezzo di Estra, prevede il rifacimento completo della centrale termica con un generatore a condensazione che produrrà l'energia termica per la climatizzazione invernale della sede. Sulla copertura della centrale sarà installato un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria. Inoltre sarà messo in opera un nuovo sistema di telegestione per il monitoraggio, il controllo e la gestione dei parametri dell'impianto. Un lavoro che dovrà concludersi in 2 anni e che ha ottenuto un contributo regionale di 17 mila 800 euro a fronte di un investimento di Estra di 89 mila euro. Anche in questo caso, numerosi i benefici per l’ambiente con il risparmio di 17, 2 TEP  all’anno e una riduzione di 41 tonnellate di anidride carbonica di emissioni. 
Per Estra, l’efficienza energetica è un tema molto importante per la tutela dell’ambiente, come emerge dai dati dell’ultimo Bilancio di Sostenibilità realizzato dall’azienda. Sempre attraverso Estra Clima, sono stati molti gli interventi effettuati, sia su abitazioni civili, sia su luoghi di lavoro e impiantistica sportiva che hanno riguardato la realizzazione di impianti a risparmio energetico con produzione anche di fonti energetiche rinnovabili (fotovoltaico, eolico, cogenerativo). 
Il totale dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili nel 2015 è stato pari a 47,483,146 kWh (+3% rispetto al 2014) cifra che ha generato l’abbattimento di 22.718,86 tonnellate di CO2, 14,7955 tonnellate di NOx e 0,1869 tonnellate di PM10, per un totale di 22.733,84 tonnellate di emissioni in meno.